Senza categoria

I pici con i funghi…

porcino1Lo so che ufficialmente è arrivata la primavera, ma almeno qui a Roma… sembra autunno inoltrato in questi giorni… freddo e pioggia…ufff…io odio le mezze stagioni, immaginate quando poi si alternano giorni di primavera/ inverno e viceversa a cadenze di un giorno caldo, un giorno freddo…arghhh!!!!
Per rimanere in tema oggi vi propongo un piatto che trovo delizioso…probabilmente autunnale…ma con questo tempo…
Prepariamo i pici con i funghi!!!!

Cosa ci serve:
( Se volete preparare i pici in casa, altrimenti li potete anche comprare)
Per i pici
– 400 gr. di farina
– semola di grano duro-
– sale

PICI

Per il condimento:
– 400 gr. di funghi misti
– 1 spicchio d’aglio
– 1 peperoncino piccante fresco
– vino bianco
– prezzemolo
– sale e olio extravergine d’oliva

Come procediamo:
Per i pici
Disponiamo sulla spianatoia la farina a fontana, al centro ci versiamo un mestolino d’acqua tiepida, in cui avremo sciolto un pizzico di sale. Iniziamo ad impastare lavorando la pasta con movimenti regolari per circa 20 minuti, di tanto in tanto aggiungiamo acqua tiepida per ottenere un impasto più morbido ed omogeneo.
Formiamo un panetto, copriamolo con un canovaccio e lasciamolo riposare per 30 minuti circa.
Infine dividiamolo in 10 “pezzi”, facciamoli rotolare con il palmo della mano, uno alla volta, sulla spianatoia infarinata, in modo da formare dei cilindri.
Dividiamo ogni cilindro in pezzetti e facciamoli rotolare nuovamente, sempre uno alla volta, in modo da formare dei grossi spaghetti.

A mano a mano che saranno pronti, trasferiamo i pici su di un vassoio spolverizzato di semola di grano duro. Proseguiamo in questo modo fino ad esaurire tutta la pasta, ed infine, terminata l’operazione, cospargiamo i pici con altra farina di grano duro per evitare che si attacchino l’uno all’altro.

Ora dedichiamoci al condimento; mondiamo e affettiamo i funghi, facciamoli rosolare per bene, in una padella, con 4 cucchiai di olio, l’aglio schiacciato, e il peperoncino privato dei semi e tritato, uniamo i funghi al composto e lasciamo insaporire il tutto per un minuto a fuoco vivo. Sfumiamo con un dito di vino, lasciamolo evaporare e poi saliamo. Abbassiamo la fiamma e facciamo cuocere per altri 15 minuti circa, a cottura completata uniamo del prezzemolo tritato.
Cuociamo i pici in una pentola con abbondante acqua salata, scoliamoli al dente e condiamo il tutto con il sughetto dei funghi. Aggiungiamo a piacimento dell’olio e serviamo…
Ragazzi provate a prepararli stasera a cena…e poi fatemi sapere!!!
Un grande abbraccio!!!

A pranzo alla “Fiaschetteria Beltramme”

Immagine

Insieme a Francesco, quando è possibile, amiamo andare a pranzo fuori….e devo dire che Roma ci ha regalato giornate di sole fantastiche.

Uno dei posti in cui adoriamo mangiare è La Fiaschetteria Beltramme ( Via della Croce, 39 tel: 06.69797200).

Qui la splendida Jacqueline, una donna energica e sempre sorridente di origini anglo-francese, accoglie i suoi ospiti con grande dolcezza, calore e cortesia.

La Fiaschetteria ha vantato per anni la frequentazione di illustri personaggi: Guttuso, Schifano, Moravia, Pasolini, solo per dirne alcuni, che hanno lasciato numerose testimonianze del loro passaggio, tuttora esposte.  Lo stesso Federico Fellini scelse questo luogo per ideare  la sceneggiatura dei film “La Dolce Vita” e di “Otto e Mezzo”.​

Il locale assomiglia ad una grande tavolata a conduzione familiare in cui tutti mangiano vicini in maniera conviviale, la cucina romana e’ basata su piatti poveri e semplici, ma di altissima qualità: io ho assaggiato dei ravioli con burrata e pomodoro che definire eccellenti è poco, per non parlare poi dell’ottima carbonara, dei tonnarelli cacio e pepe, e di due secondi per cui perdo la testa: l’abbacchio al forno e le animelle con i carciofi. Dedicate particolare attenzione ai dolci; semplici, fatti in casa e strepitosi… soprattutto le crostate, ed il tiramisù che qui fanno ancora con la ricetta tradizionale!!!

Immagine

Dal 1980 La Fiaschetteria Beltramme, secondo un Decreto del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali è stata insignita di una targa che la fa entrare nei luoghi di interesse artistico e storico. Beh cosa aspettate a prenotare e ad andare a mangiare da Jacqueline??? 

Prenotate però perché qui trovare posto senza aver prima telefonato, è praticamente impossibile!!!

http://www.fiaschetteriabeltramme.info

 

 

Ceniamo con il gelato???

gelato
Ragazzi stasera ho una voglia matta di gelato…
sarà l’avvicinarsi della bella stagione, sarà che non ho voglia di cucinare…mahh!!!!
Comunque ho mandato Francesco in missione…ed è tornato con una vaschetta da 1 kg. di gelato…con i miei gusti preferiti: gianduia, pistacchio, nutellone ( un mix fantastico di nutella e mascarpone) e nocciola!!! …E ora sotto a chi tocca!!!!!!!!
gelato_630
E a voi capita di cenare solo con un bel po’di gelato??? e quali sono i vostri gusti preferiti???
Italian-ice-cream-bar.

La prima classificata: la torta di crema pasticcera e pinoli!!!

Immagine

Ragazzi questa sera condivido con voi la ricetta della torta che ha vinto il sondaggio: la torta di crema e pinoli!!! 

Cosa ci serve:

Per la pasta frolla

– 500 gr di farina 00

– 250 gr di burro morbido

– 3 uova

– 200 gr zucchero

– 2 cucchiaini di lievito per dolci

Per la crema pasticcera

-1/2 litro di latte

-150 gr di zucchero

– 50 gr di farina tipo 00

– 3 uova

– 1/2 limone

Per la decorazione finale della torta

– 3 cucchiai di pinoli

– zucchero a velo (quanto basta)

come procediamo???: 

Crema pasticcera: 

Prendiamo un pentolino e uniamo insieme le uova, lo zucchero e la farina setacciata. Aggiungiamo  il latte e  mezzo limone svuotato della polpa, infine mettiamo il pentolino sul fuoco.  A fiamma moderata mescoliamo gli ingredienti fino ad ottenere una crema densa     ( primo accorgimento che uso sempre: quando giro  la crema, anche se ciò richiede un po’ di pazienza, cerco di girarla sempre nello stesso verso, ad esempio orario, e sempre alla stessa velocità… richiede un po’ più di tempo ma ne vale la pena)  Lasciamo intiepidire mescolando di tanto in tanto e nel frattempo iniziamo  a preparare la pasta frolla.

Pasta frolla

Impastiamo la farina con le uova, lo zucchero, il lievito e il burro morbido a pezzetti. Lavoriamo velocemente l’impasto( secondo accorgimento: può capitare che lavorando la pasta frolla, questa diventi man mano troppo secca, io ci aggiungo poco meno di mezzo bicchiere d’acqua e così riparo il “tutto”) fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo che lasceremo riposare in frigorifero per circa 30 minuti. Stendiamo  la pasta in due dischi uguali spessi circa mezzo centimetro.

Infine prendiamo uno stampo a cerchio apribile e con il primo disco foderiamo la base. Con l’aiuto di una forchetta, bucherelliamo la superficie e poi versiamo la crema pasticcera.

– Livelliamo bene e copriamo  con il secondo disco di pasta frolla.

– Facciamo  in modo che i bordi aderiscano bene e poi cospargiamo la superficie della torta con i pinoli.

– Inforniamo a circa 180°C  gradi per 30/50 minuti circa, a seconda del forno.

Immagine

Una volta pronta, sfornate la torta, lasciatela raffreddare e poi spolverizzatela con lo zucchero a velo.

Ragazzi vi assicuro che è una vera bontà…se la preparate mi dite come vi è venuta???

P.S. e mi raccomando condividiamo anche i vari suggerimenti…c’è sempre da imparare!!!

Una piccola divagazione… il mercato dei Fiori!

Immagine

 

Immagine

Immagine

 

Carissimi amici, 

oggi, e solo per oggi, non scriverò di ricette o ristoranti…

vi voglio lasciare con queste tre fotografie… sono i fiori che amo di più…

Camminando per Roma, mi sono fermata al mercato dei fiori… e lì ho visto questa esplosione di colori… una gioia incredibile mi ha pervasa…

Volevo condividerla con voi…

Quali sono i vostri fiori preferiti???

La devil’s cake…

Immagine

Stasera vi lascio con la ricetta della Devil’s cake… anche se nel sondaggio è risultata seconda…oggi pomeriggio l’ho preparata… ed è di una bontà unica…quindi vorrei condividere con voi questa gioia del palato, questa estasi culinaria…

E’ una torta davvero “diavolesca”, deliziosa, ma molto calorica, composta da tre strati di torta al cacao e farcita con una crema al cioccolato. Completa questo gustosissimo dolce una copertura ottenuta con spatolate piuttosto irregolari di ganache al cioccolato. Impossibile resistere  ad una tentazione del genere!!!

Cosa ci serve:

Per le 3 basi

– 450 gr. di farina00

– 450 gr. di zucchero

– 350 gr. di burro

– 4 uova medie

– 70 gr. di cacao in polvere amaro

– 5 gr. di bicarbonato

– sale

– 1 bustina di vanillina

– 180 ml di acqua

Per la copertura

– 750 ml di panna fresca

– 800 gr. di cioccolato fondente

Procedimento:

Iniziamo a preparare la nostra torta, tagliando il burro a cubetti e lasciandolo ammorbidire. Con uno sbattitore elettrico amalgamiamo per bene il burro a velocità moderata, quando risulterà chiaro e spumoso aggiungiamo  lo zucchero e la vanillina  continuando a sbattere per qualche altro minuto, avendo cura (ogni tanto) di togliere il composto dai bordi della ciotola con una spatolina morbida. Aggiungiamo al composto un uovo alla volta,a temperatura ambiente. In una ciotola mettiamo il cacao setacciato e aggiungiamo l’acqua bollente, per ottenere una crema liscia e senza grumi. Quindi lasciamo che il composto si raffreddi, infine aggiungiamo alla crema di cacao  il  composto di burro,uova e zucchero. Aggiungiamo al composto il sale, la farina e il bicarbonato setacciati,amalgamiamo tutti gli ingredienti. Imburriamo e ricopriamo con la crema al cacao 3 tortiere a cerniera del diametro di 24 cm.  Infornate le tortiere in forno già caldo a 180 gradi per circa 30-35 minuti, poi quando le tre torte saranno cotte ,estraetele dal forno, lasciatele raffreddare per 15 minuti e toglietele dagli stampi. Nel frattempo preparate la crema di copertura della devil’s cake ponendo in un tegame capiente la panna  e portandola a sfiorare il bollore.

Unite nel tegame il cioccolato fondente e mescolate bene fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Togliamo il tegame dal fuoco e lasciamo freddare temperatura ambiente mescolando ogni 15 minuti; in seguito, mettetelo in frigorifero fino a fare rapprendere il composto (ricordatevi sempre di mescolare ogni 15 minuti) e renderlo piuttosto solido ma spalmabile.  

Mettete uno dei tre dischi ormai freddi su di un piatto, spalmatelo con la crema al cioccolato, coprite con un secondo disco.

Ponete sopra i 2 dischi farciti con la crema di cioccolato l’ultima torta e ricopritela tutta con la crema restante. La devil’s cake è pronta per essere gustata.

Quella che avanza, se mai dovesse avanzare, conservatela in frigorifero!!!

Ps. Naturalmente nei prossimi giorni avrete la ricetta della torta della nonna: crema e pinoli, la vincitrice del sondaggio!!!!

 

Immagine

And the winner is…

Immagine

Ciao ragazzi… 

Da quello che ho visto, i vostri voti hanno decisamente puntato sul classico: il contest è stato vinto dalla torta della “nonna” crema pasticcera e pinoli…in questi giorni ho una fastidiosa influenza che mi sta un po’ rallentando nello scrivere…ma appena torno in  me…vi mando la ricetta della torta vincente con un segreto che vi svelerò per renderla irresistibile, e anche dell’altra, ..dai…in fondo  la devil’s cake è una delizia ipercalorica ma che va assolutamente preparata e sopratutto mangiata!!!

Ora vi lascio,  vado a farmi un bel bicchiere di latte caldo con il miele…antico rimedio della nonna contro l’influenza…voi avete qualche altro suggerimento da propormi??? 

Vi ringrazio in anticipo!!!!

Un dolce per tutti… anche per i bambini!!!

Immagine

Se avete voglia di fare una bella sorpresa ai vostri bambini potete preparargli un dolce che non solo apprezzeranno in quanto delizioso, ma farà bene anche alla loro salute perché ricco di frutta e soprattutto preparato in casa!!!

I ravioli dolci di patate e mele…

Cosa ci serve

– 1 kg di farina di grano tenero tipo 00

– 6 patate

– 4 mele renette ( oppure altra frutta)

-150 gr di burro

– 4 uova

– 100 gr di zucchero semolato

– cannella

– sale, vanillina, 1 bicchiere di vino rosso

Per la frittura

– olio extravergine d’oliva, zucchero semolato

Procedimento

Tagliate le mele a pezzetti e mettetele a macerare con lo zucchero, la cannella ed il vino. Bollite le patate con la buccia, spellatele  e passatele nello schiacciapatate, ammorbidite il burro, impastatelo con la farina, le uova, la purea di patate, la vanillina ed il sale, fino ad ottenere, con l’aggiunta di un po’ di acqua, un impasto elastico. Lasciatelo riposare per 30 minuti. 

Mettete il composto di mele in un pentolino a fuoco moderato per pochi minuti, fino ad ottenere una cremina non troppo fluida. Stendete l’impasto non troppo spesso su una spianatoia, e con uno stampino rotondo, o un bicchiere, ricavate tanti dischi.

Disponete la purea di mele sui dischi di pasta , coprite con altri dischi e sigillate i bordi come fareste per i ravioli. Friggete in olio caldissimo, scolate i vostri ravioli e disponeteli su carta assorbente da cucina per asciugare l’olio in eccesso.

Serviteli caldi e cosparsi di zucchero a velo!!!

Immagine